DAVÍ LAMASTRA

Blue'smART

CrowdArtOpera by DAVÍ LAMASTRA

Alla ventesima edizione, il Moncalieri Jazz Festival avvia una fase del tutto nuova, aprendosi alle contaminazioni tra arti visive, teatro urbano, perfomances multimediali e sviluppo sostenibile.

L’opera site-specific “Blue’smART” di Daví Lamastra apre il sipario alla prima “Notte blue del jazz” e a partire da questa edizione, con il patrocinio delle Nazioni Unite, suggerisce un cambio di colore e di registro.

Il tema del festival sarà all’insegna del blu, dell’acqua pulita e dei traguardi prefissati dall’agenda 2030 dell’ONU per lo sviluppo sostenibile (SDGs).

Per tutta la durata del festival, l’Associazione BASA Buena Amica Social Art che sostiene “color’smART” – un ciclo di opere d’arte sociale e intermediale dell’artista-compositore Daví Lamastra – sarà presente per raccogliere “materiale” per comporre un’installazione interattiva che darà modo a tutti i convenuti di interagire attraverso smartphone, video e foto pubblicabili sul sito ufficiale della rassegna www.moncalierijazz.com.

Il progetto complessivo prevede l’utilizzo dei 7 colori del “Codex Davi” (rosso, giallo, blu, verde, marrone, nero, bianco), associati ai temi dei 17 obiettivi globali che sono stati prefissati dai leader mondiali per raggiungere, entro il 2030, 3 traguardi straordinari: porre fine alla povertà estrema, alla disuguaglianza e l’ingiustizia, e ai cambiamenti climatici (cfr www.globalgoals.org).

Quest’anno si comincia con il blu (da cui appunto il titolo), con un’iniziativa basata sulla raccolta delle videofirme di artisti e pubblico per realizzare una texture intermediale: fil rouge di un’opera d’arte che l’artista ha concepito come opera(zione) di “crowd art”, momento di aggregazione visiva e vocale di chi vuole esprimere vicinanza ai temi del grande progetto internazionale delle Nazioni Unite.

In particolare, tra le note blue del Moncalieri Jazz Festival 2017 l’artista Daví Lamastra dirigerà l’ensemble d’arti performative Bandaví, sia durante la performance per introdurre la prima “Notte Blue del Jazz”, sia delle riprese video fino alla fine del festival (19 novembre 2017) dei volti in primo piano e delle voci di chi vorrà dire “Blue is smART” per comporre il grandissimo mosaico intermediale che parte da Moncalieri per continuare il suo viaggio in tutto il mondo, nella speranza di poter condividere con tutti la visione e la diffusione della conoscenza dei “Global goals” (in particolare il sesto obiettivo “acqua pulita e igiene”) ai fini di uno sviluppo sostenibile del nostro pianeta.

Performance, messa in scena e direzione:

Daví Lamastra

Bandaví:

Tiziana Bonamin (dancer)
Sarah Bowyer (digital performance live)
Dino Contenti (cello)
Maurizio Di Maggio (pre-recorded vox)
LaSABA (pre-recorded vox)
Taté Nsongan (percussions)
Susanna Ricci (harp & vox)
Simone Salerni (bassoon)

Sabato 28 Ottobre 2017, ore 17.00

Centro – Moncalieri